Tempo di Lettura stimato: 16 minuti

Mentre ero ancora dipendente presso una grande aziende di stampa online, ho avuto la fortuna di vendere uno dei miei blog per 5 cifre.

Fu allora che mi resi conto che fare soldi online era qualcosa che volevo davvero provare perché pensavo che potesse aiutarmi a evitare un classico lavoro d’ufficio e forse provare a costruire un’attività che potesse rendermi più libero, pur guadagnando bene.

Non condivido i dati di vendita in questo post perché voglio farmi grande davanti a te – ritengo di avere ancora molto da imparare – ma piuttosto per fornirti qualche ispirazione che mostri come sia possibile guadagnarsi da vivere da Internet.

Dividerò questo post in tre sezioni:

 

La fase di pre-blogging

Come prepararsi per il successo sulle piattaforme giuste e con idee solide.

Costruire un blog che valga un po ‘di soldi

Come scrivere contenuti, titoli e creare un blog prezioso.

Vendere il tuo blog

Come vendere quel blog che hai creato per l’acquirente giusto.

 

Nulla in questo post è particolarmente difficile, se ti impegni un minimo nella lettura.

Quello che volevo fare era scrivere un post sul blog che esponga l’intero processo in modo che tutto sia in un unico contenitore e tu possa tornarci e fare riferimento mentre avanzi con gli step.

Innanzitutto, la fase di pre-blogging …

Questa sezione riguarda tutte quelle piccole cose che devi fare prima di iniziare il tuo blog .

Se possiedi già e gestisci un blog, dovresti comunque leggerlo e vedere vale effettivamente la pena continuare con il tuo progetto attuale o forse iniziare qualcosa di nuovo.

Il più delle volte sarai in grado di continuare a fare quello che stai facendo semplicemente apportando alcune piccole modifiche.

1. Scrivi un blog in una nicchia o argomento in cui credi.

Una delle cose che ti dicono tutti i professionisti è che devi fare qualcosa che ami.

So quanto suona pacchiano.

Ma, ad essere onesti, in realtà è una cosa molto importante pensare sia dal punto di vista dell’autorealizzazione che dal punto di vista del profitto.

Ecco perché.

In primo luogo, se passi otto mesi a lavorare su qualcosa in cui non credi o in qualcosa che non è d’accordo con la tua morale, finirai per odiarti per aver perso quel tempo prezioso.

A meno che tu non creda davvero nel progetto, non ti preoccupare nemmeno di farlo perché finirai con molti rimpianti in seguito. Ad esempio, non farei mai nulla nel settore degli adulti perché non credo che abbia un buon impatto sulla società.

In secondo luogo, se non ti piace lavorare, scrivere e costruire il blog perderai interesse dopo circa un mese.

Glen di ViperChill.com ne parla molto.

L’entusiasmo iniziale di fare un mucchio di denaro si esaurisce molto velocemente, soprattutto se non procede veloce come previsto.

Se non ti piace scrivere quei post, pagherai il prezzo dal punto di vista del profitto.

2. Scegli una nicchia con una certa profondità

La prossima cosa che devi fare è scegliere una nicchia, ma assicurati che abbia profondità.

Hai bisogno di un po ‘di spazio per muoverti, crescere ed espanderti.

Se scegli qualcosa di troppo stretto, scoprirai che i tuoi lettori non crescono nonostante tutto il tuo duro lavoro.

Se scegli qualcosa di troppo ampio, troverai che è troppo difficile competere con i siti esistenti e la concorrenza commerciale.

Lascia che ti faccia un esempio.

Diciamo che vuoi davvero fare un blog sul contenuto o sul copywriting o sulla scrittura per la vendita.

Sarebbe molto difficile competere con Brian Clark di Copyblogger.com poiché è considerato in gran parte il blog di massima autorevolezza in questa nicchia.

Ma se hai avuto qualche esperienza con il copywriting offline, potresti voler scrivere un blog più focalizzato su questo: scrivere lettere, brochure, pubblicità su riviste, ecc.

Hai una nicchia ma non è né troppo grande né troppo piccola.

3. Non preoccuparti di dominare la nicchia

Quando ho iniziato a provare a fare soldi con i blog, volevo avere il blog più grande e migliore su quel particolare argomento. Ero frustrato se mi stavo classificando nella quarta o quinta posizione su Google anziché al numero uno.

Ma dopo un po ‘ho capito qualcosa.

Non è necessario dominare interamente la nicchia per fare soldi.

Certo, essere il numero uno è sorprendente ma non è un requisito.

Internet è abbastanza grande da permetterti di avere successo senza essere il sito Web dominante nella  nicchia.

4. Avere un’idea di come monetizzare con il  blog

Prima di iniziare questo viaggio, devi avere una strategia con cui lavorare. Perché?

Perché le persone compreranno il tuo blog solo se è redditizio.

Non importa quanto traffico ottieni, quanti grandi articoli hai, ecc.

Deve realizzare un buon profitto.

Ho visto alcuni fantastici blog in vendita che ottengono tonnellate di traffico e hanno dei livelli di iscritti davvero buoni ma gli acquirenti non sono interessati a loro a meno che non riescano a intravedere un modo per realizzare un profitto senza molto sforzo.

5. Ottieni il tuo dominio e hosting

Se vuoi vendere il tuo blog per €20.000 devi lavorare con WordPress. Perché?

Perché è il sogno di un blogger.

Ti consente di aggiungere centinaia di diversi plugin gratuiti e premium che cambiano il modo in cui il tuo sito funziona, è perfettamente ottimizzabile per Google e ti consente di pubblicare articoli con facilità.

Sono davvero un po ‘ossessionato da questo.

Se non usi WordPress per pubblicare il tuo blog, non ti stai dando il massimo vantaggio.

Avrai bisogno del tuo hosting per farlo.

Ho scritto un articolo sul miglior host per WordPress che contribuirà a rendere il processo il più semplice possibile e ti consiglio di andarlo a vedere, ad ogni modo io ti consiglio bluehost o Ovh perchè offrono dei servizi altamente personalizzabili e sono perfetti per lavorare con WP.

1. Produrre un sacco di contenuti preziosi

La cosa più importante che devi fare è produrre contenuti di valore.

E ne hai molto bisogno.

Lo scopo di un blog è di aiutare gli utenti in qualche modo, quindi a meno che i tuoi contenuti non lo facciano, non sarai all’altezza.

Cosa significa contenuto prezioso?

Bene, questo è quello che devi capire per il tuo sito particolare.

A volte prezioso significa avere molti articoli che toccano molte parole chiave diverse e come tali portano grandi volumi di traffico che fanno clic sugli annunci.

Altri blog ottengono risultati migliori convincendo gli abbonati a registrarsi e quindi vendendo loro prodotti affiliati nel tempo.

Ho avuto siti Web che funzionano in entrambi i modi: dipende in gran parte dalla nicchia e dal modo in cui strutturi e gestisci il tuo sito.

Scopri cosa renderà prezioso il tuo contenuto e producilo di conseguenza.

Continua a modificarlo nel tempo perché potresti scoprire che ci vuole un po ‘di tempo per entrare nel ritmo giusto.

Leggi Anche  Ecco come avere una VPS performante in 30 minuti

2. Crea un invito all’azione basato su quel contenuto

Nel marketing abbiamo una cosa chiamata un invito all’azione che significa sostanzialmente incoraggiare i tuoi visitatori a fare qualcosa.

Una volta che hai capito quale tipo di contenuto prezioso stai producendo, devi capire il tuo invito all’azione basato su quel contenuto.

Lascia che ti faccia un esempio.

Supponiamo che tu abbia un blog sull’ultimo disastro della fuoriuscita di petrolio in USA.

È possibile che tu stia producendo contenuti che tengono tutto aggiornato le persone con gli sviluppi del disastro, in sostanza un sito di notizie.

In tal caso potresti scoprire che il miglior invito all’azione è quello in cui chiedi alle persone di iscriversi per ricevere le ultime notizie in merito.

Sai che le persone sono interessate a ciò che sta accadendo ora (altrimenti non sarebbero sul tuo sito), quindi ne consegue che saranno interessate a futuri aggiornamenti. Lavora su quello.

3. Semplifica la sottoscrizione, i commenti e la navigazione nel tuo blog

Il contenuto del tuo blog è ciò che porta i visitatori al tuo sito.

L’ultima cosa che vuoi è un’immagine schifosa che li faccia andare altrove.

È di fondamentale importanza disporre di tutti gli elementi di progettazione in modo che le persone possano facilmente iscriversi ai feed, lasciare commenti e navigare in tutte le diverse sezioni.

Non farlo potrebbe costarti denaro.

 

Immagina di scrivere una serie in tre parti su come prendersi cura del priprio cuore.

Ora immagina che l’articolo inizi a diventare virale.

Migliaia di persone vengono inviate ad un post in quella serie in tre parti.

E se non riuscissi a mostrare alle persone come navigare verso le altre parti di quella serie?

Perderesti molti lettori su quella pagina iniziale.

Questo è un problema di navigazione – qualcosa che accade continuamente.

Il tuo design deve lavorare con i tuoi contenuti per ottenere più visualizzazioni di pagina, una migliore interazione e più abbonati.

Dai un’occhiata al blog della scuola di fotografia digitale multimilionaria di Darren Rowse : tutto ciò che riguarda il design ti fa desiderare di guardare oltre, esplorare diverse categorie o acquistare un prodotto da uno dei suoi link di affiliazione.

Niente di tutto ciò è un incidente.

4. Interagisci con ogni singolo commento, email o thread del forum

Una volta ho inviato ad un blogger un’e-mail dicendogli che avevo problemi a lasciare un commento sul suo sito.

Gli ho detto di non preoccuparsi troppo perché ovviamente funzionava bene per tutti gli altri.

Ha risposto in circa dieci minuti dicendomi che ognuno dei suoi lettori era importante per lui e poi ha cercato di risolvere il problema con me.

Anche tu ti devi far carico di tutti i bug e problemi del tuo sito affinchè i tuoi lettori siano a proprio agio.

Devi rendere il tuo blog più di una semplice piattaforma di contenuti e più come una discussione con un caffè in mano e con gli amici attorno.

Parla con i tuoi lettori nei commenti, rispondi alle e-mail e prenditi il ​​tempo necessario per farti sentire come se ti importasse e dimostra di essere disponibile. Perché?

Perché un lettore fedele che ritorna ogni volta che pubblichi qualcosa di nuovo è molto più prezioso di 100 visitatori che non interagiscono in alcun modo.

E devi riconoscere che le persone diventano fedeli ai blog che valgono e non casualmente a tutti i siti web

5. Installa Google Analytics il primo giorno

Una cosa di cui parlerò di più in seguito è il fatto che tutti i potenziali acquirenti che prendono sul serio la transazione vorranno guardare le tue statistiche.

Se hai solo pochi mesi registrati, perderai quasi sempre la vendita.

Questo è un errore che ho effettivamente fatto più di una volta.

Non commettere l’errore di dimenticare le statistiche perchè sei preso completamente dal produrre i contenuti del blog!

Innanzitutto, devi monitorare costantemente le tue statistiche per vedere quali contenuti, parole chiave ed elementi di design funzionano sul tuo sito web.

Se la frequenza di rimbalzo è del 95%, è necessario iniziare a capire perché.

Se l’80% delle tue entrate Adsense proviene da solo due post di successo, non pensi che sarebbe una buona idea sapere quali fossero e ottimizzare la loro merda?

In secondo luogo, se non riesci a dimostrare tutte le affermazioni statistiche che fai nel periodo di vendita, non otterrai un acquirente.

Devi avere la prova fisica di ottenere un certo numero di visualizzazioni, classifiche, clic, ecc.

Sincronizzare il tuo blog con AdSense e Analytics è il modo migliore per farlo.

Assicurati di farlo oggi se non l’hai già fatto.

Ti consiglio di installare il plugin free di MonsterInsights dopo esserti creato un account su Google Analytics.

6. Trascorri il 20% dell’orario di lavoro su altri siti Web

Questo è un punto estremamente importante.

Si prega di leggere attentamente.

Se hai 10 ore settimanali per lavorare su questo blog, devi trascorrere due di quelle ore su altri siti Web lasciando commenti, scrivendo post degli ospiti e interagendo in modo significativo.

Potrebbe sembrare molto ma, in realtà, è la pubblicità gratuita che ti dà più lettori, migliori classifiche su Google e un profilo più ampio nel settore in cui ti trovi.

Come commentare correttamente

Crea una cartella nei tuoi segnalibri chiamata “Comment Blogs” e ogni volta che trovi un sito web nella tua nicchia, contrassengnalo per dopo.

Ogni settimana dovresti visitare tutti quei siti Web e lasciare un commento o due sui loro ultimi post o post popolari con un link correlato nella sezione URL.

Rendi il commento utile e utile e sempre correlato al contenuto dell’articolo.

Tra pochi giorni  ti mostrerò come trovare centinaia di post pertinenti per lasciare dei commenti utili.

Assicurati di iscriverti a Gravatar con un’immagine che ti rappresenti per gli anni a venire.

Desideri che le persone riconoscano immediatamente il logo o l’immagine e lo associno a ottimi commenti e una buona base di conoscenza.

Come pubblicare correttamente i guest post

I migliori guest post sono quelli in cui scrivi e devi sederti e pensare se vuoi davvero pubblicarli sul tuo sito web perché sono veramente fatti bene.

Trova i migliori nella tua nicchia e inviali per e-mail in modo non casuale su un argomento correlato.

Forse è saggio chattare con loro su Facebook o Linkedin per alcune settimane in un modo simpatico e amichevole in modo da poter costruire un rapporto.

Alla fine, quando hai scritto un post fantastico, invia loro la tua idea ed un assaggio di come scrivi, un estratto.

Nove volte su dieci otterrai la collaborazione.

Ad ogni modo ti consiglio di contattare tanti blog, personalmente parto con una ventina, li visito e mi segno la mail, poi invio a pioggia una mail di presentazione: su 20 blog mi risponderanno 4/5 di loro ma è un numero buono per iniziare, poi gli altri vedranno che ottimo lavoro stai facendo, il tuo blog inizierà a posizionarsi bene ed allora sarà molto più semplice trovare delle collaborazioni

Leggi Anche  17+ strumenti essenziali per chi fa Affiliate Marketing seriamente

Assicurati che la tua linea in quel guest post sia molto accattivante e attiri le persone sul tuo sito web.

E assicurati che i link che includi abbiano un buon testo di ancoraggio con parole chiave SEO pertinenti.

Ho visto le mie classifiche per frasi particolari salire alle stelle dopo aver pubblicato i post degli ospiti con buoni collegamenti su un sito Web principale.

Non rovinare tutto.

Niente di tutto ciò dovrebbe avere la sensazione di spam.

Sei una persona reale che interagisce sui siti Web di altre persone reali.

Assicurati di aggiungere qualcosa di carino che rappresenti il ​​tuo sito Web in modo positivo.

7. Pianifica i tuoi articoli su parole chiave, argomenti e quindi su persone

Sentirai spesso parlare del fatto che bisogna scrivere per le persone e non per i motori di ricerca.

Mentre questa è una regola aurea che dovresti rispettare, non significa che non devi spendere molto tempo per assicurarti che gli argomenti di cui scrivi siano incentrati sulle giuste parole chiave.

Vedi, scrivere articoli per Google significa, in un certo senso, scrivere per gli umani perché Google costruisce il  motore di ricerca per aiutare le persone a trovare ciò che vogliono.

Quello che sto cercando di dire è che in un certo senso dovresti fare l’uno o l’altro: devi assicurarti che i tuoi articoli siano scritti per entrambi.

Ecco cosa devi fare. Brainstorming un sacco di argomenti nella tua nicchia e poi andare online e iniziare a cercare parole chiave. Devi trovare un sacco di parole chiave principali.

Devi quindi trovare una dozzina di parole chiave a coda lunga per ciascuna delle tue parole chiave principali.

Una volta che lo hai fatto, devi trasformarli in domande interessanti / pubblicare idee che attirino i lettori reali.

Ad esempio, potresti pubblicare un blog di moda sui jeans.

La tua parola chiave principale potrebbe essere blue jeans e la tua coda lunga potrebbe essere blue jeans per taglie forti .

Devi quindi creare articoli interessanti intorno a quei due come Come acquistare jeans blu quando il tuo peso cambia costantemente come esempio.

8. Sviluppare account di social media e sfruttare le connessioni

Una grande parte della costruzione di un blog di successo è la creazione di account di social media di successo. Perché?

Perché puoi quindi utilizzare questi account per promuovere il tuo sito Web e generare più traffico e una migliore interazione.

È anche un grande vantaggio quando si tratta di tempo di vendita – gli acquirenti adorano vedere che hai account Twitter, Linkedin e Facebook con un certo numero di follower.

 

Twitter

Crea un account con il tuo vero nome se si adatta alla strategia del tuo blog e quindi crea un’immagine di sfondo che vende il tuo blog.

Dovresti iniziare trovando persone nella tua nicchia e seguendo loro e alcuni dei loro follower.

Assicurati che tutte le persone che coinvolgi siano pertinenti al tuo blog.

Twitta quotidianamente e rispondi alle domande e interagisci con gli argomenti.

Pubblica qualsiasi nuovo articolo che produci su Twitter e occasionalmente chiedi un nuovo tweet.

Anche in questo caso, se fornisci valore otterrai una buona risposta.

Assicurati di installare il plug- in Re Tweet sul tuo blog per rendere più facile per le persone Tweettare.

 

Facebook

Facebook sta diventando sempre più grande nel mondo dei blog mentre apporta modifiche come l’aggiunta di un pulsante “mi piace” invece di “condividi questo”.

Ora puoi anche usare FBML per cambiare l’aspetto della tua Fan Page per renderla più unica e con il marchio.

Crea una Fan Page, non un gruppo, e sviluppa un’immagine della barra laterale ad alta risoluzione che occupa tutti i 180px x 540px disponibili.

Assicurati che il testo della barra laterale abbia un invito all’azione e sentiti libero di aggiungere una splash page originale usando l’estensione FBML.

Non fare spam su Facebook.

Non usarlo tanto quanto Twitter.

Dovresti pensarlo più come un promemoria che il tuo sito web esiste invece di uno strumento di conversazione come Twitter. Renderlo semplice ponendo domande pertinenti su argomenti interessanti.

Dovresti anche essere su Stumble e Digg e tutti gli altri e assicurarti di usarli regolarmente.

Queste cose non pagano con benefici immediati ma, nel tempo, diventano estremamente utili per il tuo blog e per il tuo successo a lungo termine nel settore.

Ciò è particolarmente vero quando inizi a connetterti con i grandi giocatori della tua nicchia.

Tali contatti spesso portano a preziosi backlink, lavori di affissione degli ospiti e così via.

 

9. La conoscenza è potere

La blogosfera è in continua evoluzione.

Nuove tecnologie, plug-in e tendenze emergono ed è fondamentale cavalcare l’onda.

Inoltre, è importante diventare bravi a scrivere post sul blog o esternalizzarli in modo efficiente, qualunque cosa tu stia facendo.

Per questi e altri motivi dovresti leggere e poi leggere ancora.

Segui blog come Copyblogger , Problogger , Viper Chill e SEOmoz e tutto ciò che scrivono.

Questi sono blogger professionisti che lavorano molto e trasmettono tantissime  buone informazioni ai loro lettori.

Ora possiamo entrare nel sipario finale, il momento in cui decidi di vendere il tuo blog.

In questa sezione esaminerò tutte le cose principali che devi sapere per massimizzare il tuo prezzo di vendita, rimanere al sicuro durante la vendita e concluderla rapidamente e senza stress.

Certo, se mi manca qualcosa, per favore lascia un commento e fammi sapere.

 

1. Raccogli i dati e scopri il valore del tuo sito

La prima cosa che devi fare è capire per quanto sei disposto a vendere il tuo blog.

Questo si chiama valutazione ed è un’area estremamente controversa tra i web marketer.

Ci sono tre domande che devono essere poste e risposte qui:

Quanto guadagna?

Quanto guadagna in media il tuo sito al mese?

È un livello coerente o hai picchi?

Quel flusso di reddito è affatto inefficiente e come tale potrebbe essere migliorato prima o dopo la vendita.

Scopri esattamente quanto guadagna prima di andare avanti.

Quanto sei disposto a lasciarlo andare?

Il tuo blog potrebbe guadagnare solo poche centinaia al mese, ma potresti fare in modo di guadagnare di più.

Questo può essere un problema al momento della vendita poiché i tuoi potenziali acquirenti non avranno lo stesso attaccamento emotivo che hai.

Devi anche saperlo nel caso in cui desideri rifiutare le offerte che ricevi per svilupparlo ulteriormente.

Quanto è disposto a pagare qualcuno?

Questa è la risposta definitiva e, realisticamente, l’unica domanda rilevante.

L’unica vera valutazione è quello che qualcuno è disposto a pagare.

Gli altri metodi sono solo speculativi.

L’equazione generale che le persone seguono quando si tratta di valutazione del sito Web è sulla base di  12 entrate mensili. Quindi se il tuo sito guadagna €500 al mese vale circa €6000.

Detto questo, ho visto dei blog venduti per più di 24 volte le entrate mensili in molte occasioni.

Leggi Anche  Ecco l'attrezzatura che ti serve per aprire un canale Youtube di qualità

2.Posta il tuo blog su Flippa.com o Alverde.net e punta ad altri annunci su quella vendita

Il posto migliore per vendere il tuo blog è, senza dubbio, Flippa.com, oppure Alverde.net.

Questi sito Web sono progettato esclusivamente per la vendita di siti Web e come tale ha molti acquirenti seri con denaro reale da spendere in siti Web di qualità.

Ci sono altri posti dove vendere il tuo blog, ma la maggior parte di essi non ha la stessa protezione e reputazione di Flippa, quindi quello che faccio è semplicemente usarli per indirizzare il traffico verso la mia inserzione di Flippa.

Ad esempio, potresti voler creare una discussione sui forum Digital Point sulla vendita del tuo blog, ma poi dire che l’acquisto può essere effettuato solo su Flippa.

3. Creare un annuncio veritiero e allettante con tutte le necessità

La tua inserzione deve essere allettante ma deve anche essere veritiera.

Se menti su una qualsiasi delle tue statistiche o sui guadagni, verrai scoperto.

I ragazzi che spendono €5.000 in più sui siti Web sanno come sgamare un imbroglione e la maggior parte delle volte, intraprendono azioni legali se li inganni.

Assicurati di vendere il tuo sito Web per il prezzo più alto possibile, ma non manipolare nessuno dei fatti.

La tua inserzione dovrebbe:

Avere un titolo accattivante

Il titolo è ciò che attira l’attenzione sulla vendita.

Assicurati che sia accattivante e venda i vantaggi del tuo sito web.

Includi cose come un Page Rank elevato, entrate mensili, grandi numeri di traffico, ecc.

Sono ciò che funziona a tuo vantaggio.

Ad esempio, se hai molti abbonati RSS ma non molte entrate, il tuo titolo potrebbe essere qualcosa di simile: “Cooking Blog con oltre 5000 abbonati, Classifiche migliori di Google, Opportunità enorme” .

Prendi sempre la possibilità di elencare la tua vendita sulla prima pagina di Flippa. È costoso ma ne vale la pena.

Includi schermate dei tuoi dati

Devi includere schermate dei tuoi elementi di dati importanti come a prova di traffico, a prova di reddito e così via.

Puoi anche fare un ulteriore passo avanti e acquisire schermate di articoli popolari e classifiche di Google.

Ciò non è necessario ma interessa davvero le persone.

Per scattare una schermata su un Mac, basta fare Command-Shift-4 e su un PC basta premere Stampa schermo e quindi incollarlo in una tela vuota.

Puoi semplicemente usare lo Strumento di cattura schermo.

Assicurati di eliminare tutte le informazioni sensibili come numeri di conto e numero di clic in Adsense.

Usa i punti per mostrare i vantaggi

Un elenco di siti Web è proprio come un post di un blog: le persone si limitano a leggere.

Utilizza i punti e le intestazioni dei punti per dividere la tua inserzione in aree di traffico, entrate, abbonati, ecc.

Dovresti anche fare un elenco di punti riassuntivi nella parte superiore della vendita che mostri tutti i vantaggi e i benefici che l’acquirente otterrà acquistando il tuo luogo.

Concentrati sui vantaggi, non solo sulle funzionalità.

Se disponi di un numero uno nella classifica di Google, spiega loro perché ciò andrà a beneficio della loro attività.

Non essere avaro per quanto tempo passi a scrivere questo annuncio.

Tutto il tuo duro lavoro può essere annullato dalla pigrizia in questa fase.

Passa un po ‘di tempo a guardare le altre inserzioni che hanno molte offerte e vedi cosa hanno fatto con la loro pubblicità. Assicurati di avere un elenco stretto, facile da leggere e allettante prima di pubblicarlo.

 

4. Prezzo correto

Quando stabilisco un prezzo per il mio sito Web, lo metto sempre leggermente al di sopra di quello che vale usando il modello di entrate mensili (12 mesi).

Ciò ha l’effetto di indurre i tuoi acquirenti a credere che sia un sito di qualità e di farli approfondire per capire perché ha un prezzo così alto.

Ho quindi impostato un prezzo di riserva al livello in cui sono pronto venderlo.

Quello che succede spesso è che inizi una trattativa con un potenziale acquirente via e-mail e stabilisci un prezzo adatto a entrambe le parti.

Se imposti un prezzo iniziale troppo basso  non potrai più contrattare, o potrai farlo solo verso il basso. Tienilo a mente.

5. Assicurati che il tuo sito sia pulito e funzionante

Qualcosa che molti venditori di principianti fanno è dimenticare di riordinare il loro sito Web prima della vendita.

Ricordo persino di aver visitato un annuncio e di aver notato che il sito era appena stato violato.

Un tempismo piuttosto sfortunato, ma devi assicurarti che non accada quando stai cercando di fare una buona impressione.

Prima di pubblicare l’elenco, assicurati che tutti i link funzionino correttamente, il tuo sito è chiaramente codificato e non ci sono difetti di progettazione tra browser.

Ad esempio, a volte le barre laterali delle persone diventano un po ‘fuori forma in IE o Safari.

Assicurati che tutti questi problemi siano risolti prima di vendere.

 

6. Accetta pagamenti solo tramite Escrow.com per vendite superiori ad €5.000

Escrow.com è un sito Web che rende la tua compravendita molto sicura. Perché?

Perché rilasciano il nome di dominio all’acquirente solo dopo aver ricevuto i soldi.

Ecco come funziona il tutto.

Si apre un conto e quindi si crea una transazione tra l’utente e l’acquirente.

Accettate entrambi i termini e quindi l’acquirente invia i propri soldi al sito Web di terzi di Escrow.

Quindi invii i file all’acquirente e una volta che li hanno approvati nel sito web di Escrow, ti inviano i soldi.

L’idea è che non invii loro il nome di dominio fino a quando non sei sicuro che pagheranno. Escow ne è sicuro.

Paypal è un servizio meraviglioso, ma ho sentito tante storie drammatiche su persone che hanno trasferito il loro dominio e poi hanno fatto pagare all’acquirente i soldi.

Hanno perso tempo.

Molto spesso puoi riavere il tuo dominio ma è una seccatura enorme che vorrei evitare.

 

7. Controlla le leggi fiscali locali

Prima di effettuare quella vendita chiamare il proprio commercialista e verificare le leggi fiscali locali.

In Australia, ad esempio, se vendi un bene dopo averlo posseduto per meno di un anno, ricevi una penalità fiscale piuttosto elevata.

Vendere un blog dopo otto mesi potrebbe, in tal caso, essere una cattiva idea. Assicurati di sapere quante tasse ti verranno addebitate all’incirca e in quale categoria rientra la vendita.

Ad esempio, fa parte del tuo reddito o è una plusvalenza?

 

Conclusione

Se segui questi passaggi, si spera che tu abbia una bella vendita regolare di un sito Web molto prezioso. Una volta che lo hai fatto una volta, il compito è, come sto facendo, costruirne decine o centinaia contemporaneamente. Questo è un buon reddito! Se hai domande sulla vendita o lo sviluppo del tuo blog, lascia un commento e cercherò di aiutarti.