Tempo di Lettura stimato: 2 minuti

Come canale che è stato premesso sulla conversione, sin dal suo inizio è stato il principale punto di forza unico del canale di affiliazione.

Ciò non solo ha contribuito alla crescita esponenziale del canale di affiliazione , ma ha sempre fatto appello a quegli inserzionisti che vogliono avere sia il controllo sulla spesa che la visibilità sulle prestazioni. Tuttavia, mentre questa è sempre stata la nostra forza, ora è diventato il nostro tallone d’Achille?

Concentrarsi sulla ricompensa puramente per la conversione per due decenni ci ha portato a ignorare il valore aggiuntivo che può essere associato al canale. Mentre la conversione è la metrica su cui siamo sempre stati presi di mira, ignora l’influenza notevole che gli affiliati possono avere sulla decisione di acquisto prima nel percorso del cliente.

Considera l’enorme volume di impegni aggiuntivi che gli affiliati possono offrire senza ricompensa. Ad esempio, attraverso il canale siamo in grado di generare milioni di impressioni o clic, ma se ciò non comporta una conversione, l’attività è considerata non degna di pagamento. Immagina che Google non venga pagato per i clic o che la pubblicità non riceva il pagamento per le impressioni pubblicate. È impensabile. Tuttavia, senza ricompensa per l’attività aggiuntiva che sta attorno alla conversione, è esattamente ciò che sta accadendo attraverso il canale di affiliazione.

Con la metrica di pagamento che premia l’ultimo clic, non è una sorpresa vedere i modelli di business riuniti attorno alla conversione. Con gli inserzionisti che desiderano ridurre la dipendenza da fonti di traffico incentivate, è necessario modificare le prospettive e disporre di flessibilità nei modelli di pagamento per attirare più affiliati basati sul contenuto.

Leggi Anche  12 principali tendenze da esplorare nel settore della vendita diretta

È importante notare che alcuni affiliati sono diventati marchi multimilionari a sé stanti – vere storie di successo nel marketing di affiliati – che impiegano team di account manager e personale di supporto. Ciò rende sempre più difficile per gli affiliati con un solo dipendente e coloro che stanno potenzialmente costruendo contenuti nel loro tempo libero, competere su un piano di parità con tali colossali imprese.

Questa non è una critica, più una testimonianza della capacità del settore di alimentare aziende di successo. Tuttavia, diventa sempre più evidente che le piccole società affiliate hanno bisogno di un forte livello di supporto e assistenza per ricevere la ricompensa che riflette veramente il loro valore.

Potrebbe essere questo l’anno in cui vediamo finalmente una separazione dei contenuti dalla conversione, consentendo a quegli affiliati che guidano l’influenza iniziale della canalizzazione di essere equamente ricompensati per il ruolo che svolgono nell’attirare l’interesse e nel dare forma a una decisione d’acquisto? In definitiva, la loro attività è spesso progettata per svolgere una funzione diversa rispetto alla cedola incentrata sulla conversione o ai siti di rimborso, quindi assumere un modello commerciale uniforme può ricompensare adeguatamente tutti gli elementi di un programma di affiliazione, secondo la logica, può avere poco senso.

Offrendo strutture di commissione flessibili e influenza basata sui premi, un numero maggiore di siti di contenuti sarà incoraggiato ad entrare nel canale. Questo è qualcosa che gli inserzionisti hanno richiesto per anni ed è ora molto sotto il loro controllo.